(AGI) - Roma, 15 apr. - Secondo l'associazione quindi "occorre diminuire il carico fiscale sui carburanti per almeno 10 centesi al litro, effettuando nel contempo - come gia' fatto dal Governo inglese - il congelamento degli aumenti gia' programmati. La riduzione si potrebbe spalmare in un quinquennio effettuando una prima fase sperimentale di un anno, per verificare effetti di ritorno sulle entrate erariali". (AGI) Gin