(AGI) - Roma, 14 mag. - "La domanda di elettricita' in Italia continua a ridursi da quasi tre anni". Lo ha detto il presidente di Assoelettrica Chicco Testa durante l'assemblea dell'associazione sottolineando che quella dell'industria nel 2013 e' tornato ai livelli degli anni 90. "Nel 2013 siamo arrivati a quota 297 miliardi di kWh, livello analogo a quello del 2003. In particolare: mentre la domanda delle famiglie e del terziario non ha subito alcuna riduzione ed anzi non interrompe la tendenza alla crescita (terziario 2003 a 77 miliardi kWh, 2013 a 98 miliardi), la domanda di elettricita' dell'industria ha subi'to un calo drammatico: dai 156 miliardi di kWh del 2006 ai circa 120 del 2013; un valore analogo a quello dei primi anni Novanta, che segnala senza alcuna ambiguita' il processo in corso di deindustrializzazione del nostro Paese", ha evidenziato Testa.(AGI) Gin