(AGI) - Roma, 10 giu. - E' indispensabile che l'Ue prenda atto che la riduzione delle emissioni di Co2 ha un costo sulle strutture industriali di tutti Paesi membri: "Pertanto chiederemo un aiuto, per esempio in termini di deroghe al patto di stabilita', per raggiungere questi obiettivi". Lo ha detto il ministro dell'Ambiente, Gian Luca Galletti, durante un'audizione alla Camera. "Facciamo parte di quei paesi che chiedono la riduzione del 40% di Co2 entro il 2030: l'obiettivo e' arrivare alla fine del semestre europeo con un'accordo su questo target", ha sottolineato Galletti "Riteniamo che sia opportuno arrivare alla conferenza di Lima, a fine dicembre, dando dimostrazione che su questo punto l'Europa e' determinata", ma "sara' indispensabile che l'Ue prenda atto che per tutti i paesi membri l'impatto di questo target sulle strutture industriali ha un costo: pertanto chiederemo un aiuto, per esempio in termini di deroghe al patto di stabilita', per raggiungere questi obiettivi", ha concluso il ministro. (AGI) Rmh/Ccc