(AGI) - Pechino, 20 mar. - Il principale gruppo degli idrocarburi cinesi, Cnpc, ha dato il via alle attivita' di esplorazione dei giacimenti di shale gas nella provincia meridionale cinese del Sichuan, una delle aree geografiche piu' ricche al mondo di questa risorsa energetica non convenzionale. In particolare, gli sforzi del gruppo si concentreranno sull'area di Changning, dove Cnpc e' gia' attiva nello sfruttamento di gas naturale, assieme a due gruppi locali e a un fondo di investimenti di Pechino. Il gigante degli idrocarburi cinese prevede di esplorare 50 pozzi, che entro fine 2015 produrranno circa un miliardo di metri cubi di shale gas. L'attivita' di esplorazione di shale gas da parte dei due maggiori gruppi cinesi attivi nel settore, Cnpc e Sinopec, ha prodotto un certo ottimismo nella comunita' degli analisti, che fino a pochi mesi fa erano scettici sulle reali possibilita' di raggiungere da parte di Pechino gli ambiziosi obiettivi di crescita per il periodo 2015-2020. (AGI) Ciy/Ila (Segue)