(AGI) - Kiev, 15 giu. - Il colloquio tra Mosca e Kiev per trovare una soluzione ai debiti pregressi riguardanti i pagamenti delle forniture di gas si e' chiuso con un nulla di fatto. Domani scade infatti l'ultimatum della Russia all'Ucraina per pagare 1,95 miliardi di dollari di debito pregresso. Se non si raggiungera' un accordo Mosca ha minacciato di tagliare le forniture, con pesanti conseguenze anche per l'Europa. Ieri c'e' stata la trattativa, portata avanti con la mediazione del commissario europeo all'energia, ma le parti non hanno raggiunto un'intesa. .