(AGI) - Teheran, 29 apr. - L'Iran ha cancellato un accordo da 2,5 miliardi di dollari con la cinese China National Petroleum corp. (Cnpc), attribuendo a quest'ultima il mancato rispetto degli obblighi contrattuali. Lo ha annunciato Rokneddin Javadi, direttore della National Iranian Oil Company (NIOC) di Teheran. Cnpc si era impegnato nel 2009 a perforare 185 pozzi nel campo di South Azadegan, al confine con l'Iraq. Ma finora, denuncia Teheran, si sono limitati a metterne in funzione sette. .