(AGI) - Roma, 10 giu. - Energia, cambiamenti climatici, nuove tecnologie e tematiche ambientali: su questi punti Cina ed Europa hanno molto su cui lavorare. Ma per farlo occorre "trovare un terreno di cooperazione comune, un linguaggio condiviso". Cosi' Li Lifan, direttore del Centro Ricerca per gli studi sulla Russia e sull'Asia centrale dell'Accademia di Scienze Sociali di Shanghai ed editorialista del magazine Oil, intervenuto al workshop EurAsia. "La Cina sta emergendo e riconquistando un ruolo di primo piano nel mondo. L'Europa e' da sempre tra i partner principali di Pechino. .