(AGI) - Roma - "Non credo" ci saranno ripercussioni sull'Italia in seguito alla sentenza Usa che obbliga l'Argentina a pagare i possessori di tango bond. Cosi' ha risposto ai giornalisti il sottosegretario agli Esteri, Mario Giro, ricordando che "il 95% di possessori di tango bond aveva gia' accettato l'accordo con l'Argentina". "Vediamo se l'ultima parte puo' rinegoziare", ha aggiunto. "Non immaginiamo pericoli nell'immediato ne' per l'Argentina ne' per l'Italia" ha ribadito Giro, ricordando che Buenos Aires "ha partecipato al club di Parigi e ha ripreso i contatti con il Fondo monetario internazionale". .